LEGGE SABATINI

| ,

Incentivo destinato alle PMI che realizzano investimenti anche mediante operazioni di leasing. Sono ammesse al finanziamento le micro, piccole e medie imprese (PMI) di tutti i settori produttivi compresi agricoltura e pesca.

Per essere ammesse le PMI devono:
• Avere sede operativa in Italia ed essere regolarmente costituite ed iscritte nel Registro delle imprese;
• Essere nel pieno e libero esercizio dei propri diritti, non essendo in liquidazione volontaria o sottoposte a procedure concorsuali;
• Non devono rientrare tra i soggetti che hanno ricevuto e, successivamente, non rimborsato o depositato in un conto bloccato gli aiuti individuati quali illegali o incompatibili dalla Commissione Europea;
• Non devono trovarsi in condizioni di difficoltà.

Possono, inoltre, presentare domanda di agevolazione le imprese estere, con sede in uno Stato membro e che alla data di presentazione della domanda non hanno una sede operativa in Italia.

CARATTERISTICHE DEL FINANZIAMENTO

Il finanziamento, da stipularsi solo successivamente alla data di
presentazione della domanda, deve avere le seguenti caratteristiche:

  1. Essere deliberato a copertura degli investimenti e fino al 100% degli stessi;
  2. Avere durata massima, comprensiva di un periodo di preammortamento o di prelocazione non superiore a dodici mesi, di cinque anni decorrenti dalla data di stipula del contratto di finanziamento ovvero, nel caso di leasing finanziario, decorrenti dalla data di consegna del bene o alla data di collaudo se successiva. Qualora la fornitura in leasing finanziario riguardi una pluralità di beni, la predetta durata massima decorre dalla data di consegna dell’ultimo bene, ovvero alla data di collaudo, se successiva;
  3. Essere deliberato per un valore non inferiore a ventimila euro e non superiore a due milioni di euro, anche se frazionato in più iniziative di acquisto, per ciascuna impresa beneficiaria. Il limite massimo di due milioni di euro è riferito ai finanziamenti corrispondenti alla somma di tutti gli investimenti ammessi dal Ministero a favore di una singola PMI a decorrere dall’entrata in vigore del decreto-legge n. 69/2013. Il limite minimo di ventimila euro è riferito alla singola domanda di agevolazione. Entro il limite massimo di due milioni di euro di finanziamento la PMI può presentare una o più domande di agevolazione.
  4. Essere erogato in un’unica soluzione, entro trenta giorni dalla stipula del contratto di finanziamento ovvero, nel caso di leasing finanziario, essere erogato al fornitore entro trenta giorni dalla data di consegna del bene ovvero alla data di collaudo se successiva. Qualora la fornitura in leasing finanziario riguardi una pluralità di beni, l’erogazione avviene in più soluzioni, entro trenta giorni dalla data di consegna di ciascun bene;

SPESE AMMISSIBILI

Le spese ammissibili riguardano l’acquisto, anche in leasing finanziario,
di beni strumentali oggetto di investimenti, destinati a strutture
produttive già esistenti o da impiantare, ovunque localizzate nel
territorio nazionale.
I beni oggetto di agevolazione devono essere ad uso produttivo, correlati
all’attività svolta dall’impresa ed essere ubicati presso l’unità produttiva
dell’impresa in cui è realizzato l’investimento.

Tasso d’interesse annuo pari a:
A. 2,75% per gli investimenti ordinari;
B. 3,575% per gli investimenti in tecnologie digitali e in sistemi di tracciamento e pesatura dei rifiuti.

Download scheda di sintesi

Vuoi parlare con noi di un tuo progetto di investimento o una tua idea?

Rimani in contatto con noi, le nostre news, ispirazioni e eventi.

Logo MT CONSULTING

SEDE DIREZIONALE


MT CONSULTING
Via Vincenzo Monti 47
201237 Milano (MI)
Italy
P.IVA 08061090968

SEDE OPERATIVA


MT CONSULTING
Dott.ssa Miriam Tirinzoni
Via Forestale 32
23017 Morbegno (SO)
Italy


© MT CONSULTING. All rights reserved.