bando efficienza energetica

EFFICIENTAMENTO ENERGETICO DELLE PICCOLE E MEDIE IMPRESE

Il bando è destinato ad incentivare la realizzazione della diagnosi
energetiche o l’adozione del sistema di gestione ISO 50001 in una o più delle
sedi operative (fino a un massimo di 10), situate in Lombardia, in cui si svolge l’attività l’impresa.

BENEFICIARI
Il presente bando è rivolto alle Piccole e Medie imprese, che abbiano i seguenti requisiti alla data di presentazione della domanda:
a) non siano soggetti obbligati, ovvero, che non siano iscritte nell’elenco annuale istituito presso la Cassa Conguaglio per il settore elettrico ai sensi del decreto interministeriale 5 aprile 2013;
b) abbiano la sede legale e la sede operativa (o le sedi operative) per cui viene chiesto il contributo in Lombardia.
c) siano regolarmente costituite ed iscritte nel registro delle imprese da almeno 2 anni alla data del 30.10.2015 (data di approvazione del Programma regionale);

d) se si tratta di imprese di servizi, siano costituite sotto forma di società;
e) siano nel pieno e libero esercizio dei propri diritti
f) non rientrino tra le imprese che hanno ricevuto e, successivamente, non rimborsato o depositato in un conto bloccato, aiuti individuati come illegali o incompatibili dalla Commissione europea;
g) non siano state destinatarie, nei tre anni precedenti la domanda, di provvedimenti di revoca totale di agevolazioni concesse dal MISE e dal Ministero dell’Ambiente, ad eccezione di quelli derivanti da rinunce.
h) non siano imprese in difficoltà.

SPESE AMMISSIBILI
Sono ammesse a contributo le seguenti spese:
Per la realizzazione diagnosi energetiche:
• Prestazione eseguita da Società di servizi energetici, esperti in gestione dell’energia o auditor energetici, certificati da organismi accreditati.

Per l’adozione del sistema di gestione conforme alla norma ISO 50001:
• Prestazioni di consulenza, inclusa la formazione al personale, acquisto
di software e di dispositivi hw per la raccolta, la misurazione e la analisi
di dati allo scopo di monitorare e migliorare la prestazione;
• Certificazione di conformità alla norma ISO 50001, rilasciata da un organismo terzo, indipendente e accreditato ai sensi del Regolamento
(CE) n. 765/2008 del Parlamento europeo e del Consiglio del 9 luglio
2008 o firmatario degli accordi internazionali di mutuo riconoscimento.

RISORSE FINANZIARIE DESTINATE AI CONTRIBUTI –
Lo stanziamento complessivo correlato al presente bando è pari a € 2.271.132,44, cofinanziato per il 50% dalla Regione e per il 50% dallo Stato.
AMMONTARE DEL CONTRIBUTO
Il contributo è finalizzato a coprire il 50% delle spese ammissibili.
Le spese ammissibili non saranno considerate oltre l’importo di:

  • € 10.000 al netto dell’iva per ciascuna diagnosi energetica;
  • € 20.000 al netto dell’iva per la 50001 per ciascuna adozione del sistema di gestione ISO 50001.

Pertanto, il contributo massimo che potrà essere riconosciuto sarà di:

  • € 5.000 per ogni diagnosi energetica;
  • € 10.000 per ogni adozione del sistema di gestione ISO 50001.

TERMINI REALIZZAZIONE PROGETTO
Diagnosi energetiche
La diagnosi dovrà essere realizzata in data successiva alla comunicazione regionale di assegnazione del contributo e dovrà essere completata nei successivi 4 mesi. Entro 24 mesi dalla data di consegna all’Impresa del rapporto di diagnosi, dovrà essere realizzato almeno un intervento di
efficientamento energetico con tempi di ritorno economico inferiore o uguale a 4 anni. E’ consentito protrarre la durata di svolgimento della diagnosi energetica, purché la durata complessiva (diagnosi e realizzazione di almeno un intervento) non superi i 28 mesi dalla data di comunicazione del contributo regionale, pena la revoca del contributo.

Gestione conforme alla norma ISO 50001
L’adozione del sistema di gestione dell’energia ISO 50001 dovrà essere
comprovato dal certificato di conformità, da acquisire in data successiva
alla data di comunicazione del contributo regionale ed entro 28 mesi dalla
comunicazione medesima. Il certificato di conformità dovrà essere
trasmesso alla Regione entro 30 giorni dalla data del suo rilascio,
unitamente alla rendicontazione dei costi sostenuti.

FINO AD ESAURIMENTO FONDI

BANDO CREDITO IMPOSTA GASOLIO

Obiettivi dell’incentivo

E’ attiva una misura di credito di imposta che consente alle imprese di fruire di un credito di imposta determinato sui consumi di gasolio.

Soggetti beneficiari

Hanno diritto a ricevere l’agevolazione:

  • i soggetti che operano con mezzi di peso pari o superiore a 7,5 tonnellate;
  • gli enti pubblici e le imprese pubbliche locali esercenti l’attività di trasporto;
  • le imprese esercenti autoservizi di competenza statale, regionale e locale;
  • gli enti pubblici e le imprese esercenti trasporti a fune in servizio pubblico per trasporto di persone.

Download scheda di sintesi

LEGGE SABATINI

Incentivo destinato alle PMI che realizzano investimenti anche mediante operazioni di leasing. Sono ammesse al finanziamento le micro, piccole e medie imprese (PMI) di tutti i settori produttivi compresi agricoltura e pesca.

Per essere ammesse le PMI devono:
• Avere sede operativa in Italia ed essere regolarmente costituite ed iscritte nel Registro delle imprese;
• Essere nel pieno e libero esercizio dei propri diritti, non essendo in liquidazione volontaria o sottoposte a procedure concorsuali;
• Non devono rientrare tra i soggetti che hanno ricevuto e, successivamente, non rimborsato o depositato in un conto bloccato gli aiuti individuati quali illegali o incompatibili dalla Commissione Europea;
• Non devono trovarsi in condizioni di difficoltà.

CARATTERISTICHE DEL FINANZIAMENTO

Il finanziamento, da stipularsi solo successivamente alla data di
presentazione della domanda, deve avere le seguenti caratteristiche:
A. Essere deliberato a copertura degli investimenti e fino al 100%
degli stessi;
B. Avere durata massima, comprensiva di un periodo di
preammortamento o di prelocazione non superiore a dodici mesi, di
cinque anni decorrenti dalla data di stipula del contratto di
finanziamento .
C. Essere deliberato per un valore non inferiore a ventimila euro e
non superiore a due milioni di euro, anche se frazionato in più
iniziative di acquisto, per ciascuna impresa beneficiaria.

SPESE AMMISSIBILI

Le spese ammissibili riguardano l’acquisto, anche in leasing finanziario,
di beni strumentali oggetto di investimenti, destinati a strutture
produttive già esistenti o da impiantare, ovunque localizzate nel
territorio nazionale.
I beni oggetto di agevolazione devono essere ad uso produttivo, correlati
all’attività svolta dall’impresa ed essere ubicati presso l’unità produttiva
dell’impresa in cui è realizzato l’investimento.

Tasso d’interesse annuo pari a:
A. 2,75% per gli investimenti ordinari;
B. 3,575% per gli investimenti in tecnologie digitali e in sistemi di tracciamento e pesatura dei rifiuti.

Download scheda di sintesi

BANDO CREDITO ORA

Le Camere di Commercio lombarde e Regione Lombardia per prevenire le crisi di liquidità delle micro piccole e medie imprese causata dall’emergenza sanitaria ed economica COVID 19 promuovono una misura straordinaria dedicata alle operazioni di liquidità finalizzata a supportare le micro e piccole imprese dei settori dei servizi di ristorazione e le attività storiche di tradizione a superare questa fase di difficoltà e garantire la continuità nelle attività.
Il sostegno consiste in contributi per l’abbattimento del tasso di interesse applicato ai finanziamenti bancari per operazioni di liquidità.
E’ inoltre previsto un ulteriore contributo a copertura del costo della garanzia, compresi i costi di istruttoria, per le pratiche presentate tramite i Consorzi Fidi, che si impegnano ad applicare tariffe calmierate sulle operazioni oggetto di agevolazione.

Il presente bando s’inserisce anche nell’ambito delle iniziative promozionali a favore delle imprese adottate dal sistema camerale nazionale, anche in attuazione dell’art. 125 del Decreto “Cura Italia” che ha previsto la possibilità per le Camere di commercio di realizzare specifici interventi.

Download scheda di sintesi

BANDO AL VIA REGIONE LOMBARDIA

Agevolazioni per gli investimenti aziendali

L’obiettivo del bando AL VIA è quello di incentivare l’ammodernamento e l’ampliamento produttivo, massimizzare l’efficienza nell’utilizzo di beni, quali l’energia e l’acqua, ottimizzare produzione/gestione dei rifiuti, garantire la salubrità dei luoghi di lavoro e la sicurezza dei processi produttivi.

Soggetti ammissibili

PMI operative e costituite da almeno 24 mesi (alla data di presentazione della domanda) e che abbiano sede operativa in Lombardia al momento dell’erogazione del contributo.

Download scheda di sintesi

BANDO SMART MONEY

L’incentivo Smart Money è rivolto alle startup innovative che intendono sfruttare i servizi specialistici e il know-how qualificato dei rappresentanti dell’ecosistema dell’innovazione per definire il loro progetto imprenditoriale e prepararsi per il lancio sul mercato.

Smart Money ha l’obiettivo di facilitare l’incontro tra startup innovative e la rete degli incubatori e degli altri soggetti abilitati per rafforzare la presenza delle startup in Italia e supportare le potenzialità delle imprese innovative in difficoltà nell’affrontare l’emergenza epidemiologica da COV1D-19.

Le imprese che si trovano nella fase iniziale della loro attività possono richiedere un contributo a fondo perduto per sostenere l’acquisto dei servizi forniti dagli enti abilitati, come ad esempio incubatori, acceleratori, organismi di ricerca ed innovation hub.
Inoltre, dopo aver completato il piano di attività ammesso alle agevolazioni, le startup possono richiedere un secondo contributo a fondo perduto se sono presenti enti abilitati, investitori qualificati o business angels che abbiano fatto investimenti in equity nel capitale sociale.

Promosso dal Ministero dello Sviluppo Economico e gestito da Invitalia,
l’incentivo ha una dotazione finanziaria di 9,5 milioni di euro.

Download scheda di sintesi

CREDITO D’IMPOSTA SANIFICAZIONE

Con il decreto “Cura Italia”, è stato introdotto a favore degli esercenti attività d’impresa, arte o professione un credito di imposta pari al 60% delle spese di sanificazione degli ambienti e degli strumenti di lavoro necessari al contenimento dell’epidemia (art. 64 del dl 18/2020).

Saranno agevolate le spese per un importo massimo per singolo beneficiario pari a 60.000 il credito d’imposta per la sanificazione e l’acquisto di dispositivi di protezione spetterà nella misura del 60 per cento delle spese ammissibili sostenute, ove l’ammontare complessivo delle stesse sia inferiore o uguale a 100.000 euro. Diversamente, nel caso in cui dette spese siano superiori a tale ultimo importo, il credito spettante sarà sempre pari al limite massimo di 60.000 euro.

Download scheda di sintesi

CREDITO D’IMPOSTA PUBBLICITÀ 2021

Con la legge 81 del 2019 è stato rifinanziato e reso permanente il Bonus Pubblicità che consente di ottenere un’agevolazione in credito di imposta sulle spese sostenute per gli investimenti pubblicitari su quotidiani. La legge di Bilancio 2021 ha rifinanziato al norma per il 2021 e 2022 escludendo però TV e Radio.

Beneficiari:

Il credito d’imposta potrà essere richiesto non solo dalle imprese (a prescindere dalla forma giuridica), da Enti non commerciali, ma anche dai lavoratori autonomi, intendendo per tali, anche i professionisti sia senza Albo che con Albo.

Download scheda di sintesi

DIGITAL TRANSFORMATION INVITALIA 2020

Il Decreto direttoriale 9 giugno 2020 disciplina l’intervento agevolativo sulla Digital Transformation istituito all’articolo 29, commi da 5 a 8, del Decreto crescita, finalizzato a sostenere la trasformazione tecnologica e digitale dei processi produttivi delle micro, piccole e medie imprese attraverso la realizzazione di progetti diretti all’implementazione delle tecnologie abilitanti individuate nel Piano Nazionale Impresa 4.0 nonché di altre tecnologie relative a soluzioni tecnologiche digitali di filiera.

Download scheda di sintesi

BONUS CHEF

La manovra di bilancio 2021 ha istituito il nuovo “bonus Chef”, un credito d’imposta in favore dei cuochi professionisti che copre fino al 40% delle spese sostenute nel periodo 1° gennaio 2021 – 30 giugno 2021 per l’acquisto di:

  • macchinari di classe energetica elevata per la conservazione, la lavorazione, la trasformazione e la cottura dei prodotti alimentari;
  • strumenti e attrezzature professionali per la ristorazione;
  • partecipazione a corsi di aggiornamento professionale.

Il bonus spetta nel limite massimo di 6.000 euro ed è utilizzabile in compensazione in F24; in alternativa, può essere ceduto a terzi, inclusi istituti di credito e finanziari.

Download scheda di sintesi

Vuoi parlare con noi di un tuo progetto di investimento o una tua idea?

Rimani in contatto con noi, le nostre news, ispirazioni e eventi.

SEDE DIREZIONALE


MT CONSULTING
Via Vincenzo Monti 47
201237 Milano (MI)
Italy
P.IVA 08061090968

SEDE OPERATIVA


MT CONSULTING
Dott.ssa Miriam Tirinzoni
Via Forestale 32
23017 Morbegno (SO)
Italy


© MT CONSULTING. All rights reserved.